Intervista all'esperto

Il microbiota intestinale

Dott. Martin Gschwender
Esperto di salute intestinale
Abbiamo chiesto al dottor Martin Gschwender, medico naturopata e sportivo, di concederci un'intervista. Nell'intervista ci spiega il legame tra il microbiota intestinale, la salute e le malattie più comuni come diabete, ipertensione e obesità fornendoci preziosi consigli su come agire in modo preventivo.

Cos'è il microbiota intestinale e che ruolo riveste per la salute?

Dott. Martin Gschwender:
Il microbiota intestinale è il termine che indica l'insieme di tutti i microrganismi (batteri, archei, virus e funghi) presenti nel nostro apparato digerente. La quantità di microorganismi diversi che costituiscono il microbiota lo rendono quasi un organo a sè stante, tanto che si parla di secondo genoma umano. Esso costituisce un sistema molto complesso che può avere un impatto positivo o negativo decisivo sulla nostra salute.

Come si può riconoscere uno squilibrio a livello del microbiota intestinale?

Dott. Martin Gschwender:
È impossibile definire uno squilibrio o un disturbo dal punto di vista quantitativo, poiché non esiste un cosiddetto valore di base nel caso di un microbiota sano. La composizione del microbiota intestinale cambia continuamente in termini di tipologia e portata e si adatta costantemente alla nostra alimentazione, all'ambiente e alle condizioni di vita. È così specifico in ogni persona,che potrebbe essere paragonato ad un'impronta digitale. In parole povere, possiamo dire che se ci sentiamo in generale bene, è più probabile che il nostro microbiota intestinale sia equilibrato. Se ci sentiamo male, possiamo già ipotizzare disfunzioni a livello di microbiota. Se soffriamo di disturbi tangibili come problemi immunitari, digestivi, allergie, disturbi metabolici o depressione, si ritiene ormai certo che conseguentemente ci saranno cambiamenti anche nel microbiota.

Come posso fare sì che il mio microbiota intestinale sia sano?

Dott. Martin Gschwender:
Oggi sappiamo che lo stress, gli agenti batterici, le tossine ambientali, il fumo, l'alcol, ma soprattutto lo zucchero in tutte le sue forme, tendono ad avere un'influenza negativa sul nostro microbiota intestinale. Se si eliminano tali componenti e si aggiungono quelle giuste, si può fornire un contributo molto positivo alla propria salute.

In quali situazioni è particolarmente importante avere un microbiota intestinale equilibrato?

Dott. Martin Gschwender:
Se si è in grado di prevedere ad esempio stress eccessivo, viaggi all'estero o assunzione di determinati farmaci, come antibiotici, si può già parlare di prevenzione.

Il microbiota intestinale cambia nel corso della vita?

Dott. Martin Gschwender:
Il microbiota intestinale cambia costantemente dalla nascita fino alla fine della nostra vita. Il nostro stile di vita e, soprattutto, la nostra alimentazione rapprestano dei fattori decisivi. Il cibo che ingeriamo non è altro che il carburante del nostro microbiota. Un parto naturale e una dieta a base di latte materno condizionano il nostro microbiota intestinale in modo diverso rispetto a un parto cesareo o a una dieta a base di latte vaccino. Questi e molti altri fattori modificano costantemente la composizione del microbiota intestinale nel corso della nostra vita. Questo vale anche per il consumo eccessivo di zucchero: mangiare molto zucchero favorisce i batteri dell'intestino. Le tossine del metabolismo, come gli alcoli, possono a loro volta mettere a dura prova il nostro organismo e il microbiota intestinale. Non lo avvertiamo immediatamente, ma a lungo termine si possono riscontrare problemi come l'obesità, l'ipertensione e il diabete. Tuttavia, se agiamo in modo preventivo, non diamo a queste malattie un terreno fertile per svilupparsi. In breve, si può dire che spesso si raccoglie solo molto più tardi quello che è stato seminato in giovane età, sia in positivo che in negativo.
Esperto di salute intestinale

Dott. Martin Gschwender

Il dottor Martin Gschwender è dottore in naturopatia e medicina dello sport.
Da oltre 25 anni è specializzato in disturbi gastrointestinali, trattamenti per le allergie, disturbi immunogenici e ormonali e terapie antalgiche con particolare attenzione al microbiota.Fino al 2018 ha gestito uno studio privato specializzato in medicina generale a Monaco di Baviera. Oggi il dottor Martin Gschwender divulga le sue vaste conoscenze pratiche ai consumatori interessati e ai professionisti del settore medico nell'ambito delle sue attività di formazione e docenza.

Scopri di più sui nostri prodotti